Inspiration Mohdboards

Passione pietra

Rara, esotica, pregiata, la pietra naturale viene sempre più utilizzata nel mondo dell’arredamento per impreziosire e rendere unici gli interiors. Tra le novità, cucine “vestite” con superfici lapidee dalle ricche striature, vasi e complementi in marmi brillanti e cangianti, sedute monolitiche sinuose realizzate con complessi macchinari a controllo numerico, tavoli e librerie con basi scultoree e materiche tutte da toccare.

Se fino a qualche anno fa si privilegiavano le superfici lapidee dalle tonalità neutre, adesso c'è un revival delle pietre più originali, caratterizzate dalle striature accentuate, come nella cucina Ratio, progettata da Vincent Van Duysen per Dada, in marmo toscano breccia capraia con venature scure su fondo bianco.

Porro Pascal

Il marmo come “abito” ricercato e prezioso decoro, come nel tavolo Pascal di Piero Lissoni per Porro, caratterizzato da un lussuoso piano in marmo in audace contrasto con la struttura minimal in pressofusione di alluminio.

Le moderne tecnologie permettono di lavorare la pietra riducendo al minimo gli scarti di materiale, come avviene nella chaise-longue Curl disegnata da Piero Lissoni e prodotta da Salvatori, ottenuta con macchine a controllo numerico che tagliano il marmo con estrema precisione.

Il marmo può essere optical e dal forte segno grafico, come nell'interpretazione contemporanea a righe black&white del tavolino Continuus di Curiosity per Budri, in nero marquina e bianco statuarietto.

La pietra diventa un elemento decorativo protagonista, soprattutto se lasciata nella sua naturale bellezza e imperfezione. Come in Folio, la libreria autoportante progettata da Debonademeo Studio per Tonelli, con una base in ceppo di grè bucherellata in forte e ricercato contrasto con la trasparenza del vetro della vetrina.

Ethimo Rafael Tavolo Ottagonale

Resistenti e naturali, le superfici lapidee dialogano armoniosamente con gli ambienti esterni, con arredi dal fascino artigianale, come il tavolo Rafael di Paola Navone per Ethimo, con piano in marmo statuario abbinato al teak spazzolato o decapato.

Oggi lavorare la pietra impone il rispetto delle limitate risorse naturali. Un esempio di approccio sostenibile e virtuoso è quello di Armani/Casa, che nei tavolini Puro in frassino e quarzite smeraldo recupera i pannelli di legno e pietra utilizzati per la creazione di altri mobili in collezione.

Giocare e sperimentare con le infinite varietà lapidee, come nel vaso cilindrico Lea, disegnato da Cristina Celestino per Budri, dedicato alla grande tennista italiana Lea Pericoli. Un oggetto scultoreo e coloratissimo, formato da “cannucce” in giallo Siena e nero assoluto.

Il marmo come rivestimento per personalizzare superfici verticali e orizzontali, come nell'ambientazione di Ariostea con Tundra Grey, la nuova texture della linea Ultra Marmi che trae ispirazione dal marmo proveniente dalla Turchia, caratterizzata dai toni del grigio, con nuvolature irregolari e lievi tramature crema.

Tra le sperimentazioni, le pietre naturali esaltate dalla resina, come nel vaso Algas di Patricia Urquiola per Budri: gli intarsi citano l'ondeggiare delle alghe marine, i decori in marmo verde cipollino, acquamarina, bianco sivec, verde alpi incontrano in un audace contrasto la resina rosa fluo.

Per chi ama il bianco assoluto, il vaso monocromatico Oriana, dedicato a Oriana Fallaci, della collezione Bangle di Cristina Celestino per Budri. È realizzato in onice bianco iraniano e bianco Carrara e composto da bangles di forme diverse.

Gervasoni Jeko Tavolo

La pietra e il legno, materiali nobili e naturali, si incontrano per arredare gli outdoor in sintonia con l'ambiente circostante, come nel set di Gervasoni con il tavolo Jeko di Paola Navone caratterizzato dal top in marmo e dal teak recuperato.

Tutto il fascino del marmo impreziosisce e rende protagonista il sistema di contenitori Modern, progettato da Piero Lissoni con il centro ricerche di Porro, abbinato alla pedana Roc in marmo verde rameggiato.

Condividi la Mohdboard

Usa questo link per condividere una visione di sola lettura della tua mohdboard: solo le persone con il collegamento avranno accesso.

In alternativa usa i social:

That’s Milano.
That’s More.

Una nuova esperienza di design, nella capitale del design: il nuovo showroom Mohd, in via Turati 3.

Visita lo showroom

Via Filippo Turati, 3
20121 Milano MI
Italy

Scegli i prodotti che ti ispirano e aggiungili alla Board

Crea e ricevi la tua board da condividere con chi vuoi oppure con un designer di mohd per informazioni o assistenza.

Dopo l’invio, puoi creare altre board, non c’è limite alla tua ispirazione.

Ho Capito, continua

Ricevi la tua Mohdboard con i prodotti che hai aggiunto

Invia il form, riceverai un’email con il link alla board dei prodotti che hai selezionato.

Condividi la tua ispirazione con il tuo partner e con gli amici, oppure con un designer di mohd per informazioni.

Dopo l’invio, puoi creare altre board. E se questa board non ti ispira più, puoi svuotarla con un reset e ricominciare.

Vuoi cancellare questa board? Fai un reset

Controlla la mail, la tua ispirazione è arrivata.

Ti abbiamo inviato un’email con il link alla board dei prodotti che hai selezionato.

Chiudi